You are browsing the archive for 2015.

La caduta della Regina del Parco

Settembre 29, 2015 in Risorse e Programmazione, Sviluppo del Territorio, Talon

La caduta della Regina del Parco

CARTELLO-ASINELLI-AL-LAVOROL’uscita di questo numero (Casalecchio News Ottobre 2015) cade dopo che sono accadute molte cose a Casalecchio.

Fra le tante una su tutte: la ormai tristemente famosa ed umiliante, per il suo risultato, ispezione dei NAS al Parco Talon. Dopo il risalto che ne ha dato la stampa in diverse uscite, tutti ne sono a conoscenza. L’incredibile quantità di violazioni igienico sanitarie, di malgoverno dei prodotti alimentari che hanno rischiato di mettere a repentaglio la salute dei fruitori del parco, le condizioni di pulizia generale dell’aia ingombra di rottami con i bambini che giocavano intorno, gli animali ricoverati alla meno peggio configurando una sorta di maltrattamento strisciante, il forno che sfornava pane con farina mal conservata in sacchi privi di etichetta di provenienza. Poi ci fermiamo qui per evitare inutili lungaggini. Nei giorni della bufera il Sindaco Bosso e l’Assessore Grasselli, di fronte alla richiesta di spiegazioni sull’accaduto, si sono sperticati a giurare che nulla sapevano di quella situazione e che nessuno gli aveva riferito nulla prima dell’ispezione dei NAS, che avrebbero chiesto la risoluzione del contratto con la cooperativa scaricando ogni responsabilità su di essa. La Lista Civica Casalecchio di Reno aveva denunciato le gravi mancanze già da moltissimo tempo in tutte le sedi possibili ed immaginabili, in Consiglio Comunale, nella Commissione apposita e anche sulle colonne di questo giornale. Addirittura esiste una adunanza dei Consiglieri comunali, presente il Sindaco e registrata, relativa al 22 maggio 2015,

dove si chiede conto al Sindaco e all’Assessore della questione.

Nonostante questo continuano a dire che non sapevano, la cosa peggiore di un politico è mentire ai cittadini. Non avere il coraggio di ammettere le proprie responsabilità crea un clima di sfiducia generale: chi viene scoperto a mentire una volta apre dubbi su quante volte ci avrà mentito in passato. In questo periodo abbiamo approfondito diverse questioni sulla gestione generale del parco, dai controlli amministrativi su fatture non ancora definite a sedi affittate per uso professionale non ammesse dal regolamento ecc. ecc. Affideremo in questi giorni il controllo di vari atti alla Guardia di Finanza competente. Dobbiamo tutti lavorare perché gli errori fatti si risolvano, il buon nome dei casalecchiesi non deve essere macchiato. Chi ha sbagliato deve rimediare anche con un cambio politico di chi ha ideato, guidato e autorizzato le attività del Talon.

Lista Civica Casalecchio di Reno

CARO SINDACO NON È IL MOMENTO DI AUMENTARE LE TASSE

Aprile 2, 2015 in Risorse e Programmazione, Tasse

CARO SINDACO NON È IL MOMENTO DI AUMENTARE LE TASSE SULLE FAMIGLIE.!!!
BISOGNA TAGLIARE LE SPESE …..

La casa è un diritto del cittadino, che è costato sacrifici, spesso per generazioni. Il mantenimento di una casa comporta spese quotidiane, ma ce la tassano ogni anno perché viene considerata un reddito! Per bastonarci meglio, hanno tirato fuori la scusa che bisogna pagare anche per i “servizi indivisibili” (TASI)… peccato che per questi ultimi paghiamo già le addizionali comunali e regionali (circa il 3,5 %) la finanza locale è diventata creativa… ma sono sempre più tasse sulle spalle dei cittadini e delle famiglie. Nell’ultimo triennio, le imposte e le tasse di Regioni, Province e Comuni, pagate dai cittadini, hanno subito un aumento medio del 6%. In valori assoluti, tra Addizionali IRPEF, IMU, TASI, Tariffe Rifiuti, Bollo Auto, Imposta RC auto, nel 2014, i cittadini italiani hanno pagato 58,7 miliardi di euro, un aumento di 3,3 miliardi di euro rispetto al 2012. Ora basta è venuto il momento di cambiare politica.
Questo è un momento irripetibile per il paese grazie ad un insieme di fattori esterni (costo dimezzato del petrolio, cambio euro/dollaro al minimo storico, costo del denaro allo 0,05 per cento (BCE) e spread vicino al minimo. In questa situazione bisogna assolutamente agganciare la ripresa e questo si può fare solo con l’aumento dei consumi delle famiglie. Ecco perché anche a livello della finanza locale è importante non aumentare le tasse come fa il nostro comune, di solito ogni anno, ma bisogna tagliare tutte le spese improduttive al di fuori degli investimenti. Sappiamo che sono scelte difficili che vanno a scontentare qualcuno, ma in questo momento non ci sono alternative. Meno feste e più risparmi sulla spesa pubblica. Risparmiare si può (rinegoziando le tariffe elettriche con i gestori, mettendo lampadine a Led ai semafori e pali della luce, taglio di alcune manifestazioni che possono diventare biennale. Meno finanziamenti e agevolazioni ai soliti noti e più lotta a chi non paga i servizi e le utenze del comune. La lista civica di Casalecchio NON VOTERÀ NESSUNO DEGLI AUMENTI DELLE TASSE COMUNALI PREVISTI sulle famiglie, imprese artigiane e commercianti. Sono in gioco il futuro del paese e l’avvenire dei nostri figli.
Le amministrazioni locali hanno una grandissima responsabilità nella disaffezione dei cittadini verso le istituzioni e i loro amministratori. Questo è il momento di dare un segno di responsabilità per aiutare i nostri cittadini che non c’è la fanno più a pagare sempre più tasse. Noi saremo sempre dalla parte dei cittadini e delle famiglie….

Lista Civica Casalecchio di Reno

Deriva autoritaria

Marzo 9, 2015 in Trasparenza

Lista Civica Casalecchio

Lista Civica Casalecchio

Questi anni di crisi stanno mettendo a dura prova la capacità di resistenza dei cittadini, le politiche mondiali ed europee si stanno rivelando fallimentari, le risposte dei singoli governi sono sempre più inadeguate. La tentazione di aumentare l’autoritarismo degli stati è sempre più forte, anche in Italia la diminuzione della democrazia è visibile a tutti. Del resto la storia ci ha insegnato che nei momenti di forte crisi la tendenza a rivolgersi a forme più o meno palesi di riduzione della democrazia è stata attuata. Per non scomodare personaggi ancora troppo recenti, tutti abbiamo letto nei libri l’uso regolato per “legge” dai romani (chi non rammenta il famoso Cincinnato), anche se veniva limitato nel tempo per poi doversi ritirare per sempre dalla vita politica, ci fosse ai tempi nostri! Dal centro alla periferia questa deriva sta dilagando, ormai sembra che l’esercizio della democrazia sia una perdita di tempo, il confronto è vissuto con fastidio, le idee degli altri sono una lesa maestà, un modo per dare noia. Questo avviene anche nel nostro Comune, dove il confronto viene limitato al minimo sindacale e vissuto come un male obbligatorio e perciò ridotto al minimo. Non viene accolto nessun suggerimento – giusto o no che sia – quello che conta è chi ha presentato la eventuale proposta e tutto è già preconfezionato, il Consiglio comunale è come una palestra, mani su e via!!! Noi pensiamo che sia ora di cambiare e quindi facciamo un appello a tutti i cittadini di qualunque parte politica, opponiamoci a questo sistema, la gente deve essere al centro delle decisioni, smettiamo di delegare tutto a chi non ci rappresenta più, non cadiamo nella facile diatriba di chi ci vuol convincere che chi lavora e/o produce che sia un dipendente o una partita Iva, deve contare meno di chi fa lavorare il denaro, vedi banche o politici di professione. Questi hanno tutte le convenienze del mondo perché le cose continuino ad andare così, non hanno mai guadagnato tanto.

Questo vuol dire oggi deriva autoritaria, quando lavori sempre di più e paghi sempre più tasse hai sempre meno per la tua famiglia e i servizi pubblici sono sempre peggio.

La libertà è anche il diritto di partecipare!!

Giovanni Bergonzoni

Lista Civica Casalecchio di Reno

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi