You are browsing the archive for canile.

IL FAVOLOSO MONDO DI BEATRICE

Agosto 4, 2014 in Rifiuti - Raccolta Differenziata, Sviluppo del Territorio

01 agosto 2014. Commissione convocata in fretta e furia. Inizia con un’ora di ritardo e per tre ore si parla del… NUOVO CANILE… Sorpresa nessuna nuova, tutto fermo sulla carta, si parla di un progetto vecchio e datato di importo astronomico € 596.822,00 (stime 2011)più € 75.000,00 per il terreno che economicamente non sta più in piedi e rischia di costare molto caro ai cittadini di Casalecchio. Inoltre Il contributo annuo passa da € 23.000 (vecchio canile) a € 35.000 per 25 anni (€ 875.000,00) per quello nuovo ??? Il Comune rischia di perdere un sacco di soldi. Lo aveva riconosciuto il sindaco Gamberini in una intervista al carlino del 12/12/2012

“E’ chiaro che se si fa un investimento con fondi pubblici è necessario che sia di durata consistente, diciamo superiore ai 30 anni. ”… “In alternativa siamo pronti a fare un accordo col comune di Sasso e realizzare in quel territorio un canile sovra-comunale utile a Casalecchio, Sasso e magari altri comuni confinanti” LA LISTA CIVICA APPOGGIA QUESTA SOLUZIONE.

L’unica a credere ancora nelle favole è l’assessore Beatrice Grasselli, maestra nello spendere i soldi dei cittadini di Casalecchio.

Poi per finire, tempo permettendo, si parla dei rifiuti, multe, lamentele, sporcizia e topi.. niente da fare. Tutti rimandati a settembre come a scuola. Forse la giunta dovrebbe cominciare a lavorare seriamente su questo problema. I cittadini sono stanchi e stanno perdendo la pazienza.

DIFFERENZIARE BENE E’ INDISPENSABILE a settembre la giunta  non potrà ‘ Fare nuovi trucchi. la commissione richiesta sui rifiuti dalla lista Civica,(quella vera ) era stata programmata all’ultimo punto ,matematicamente impossibile la discussione . Noi il rusco non lo mangiamo e ci batteremo fino al raggiungimento di una modalità più soddisfacente, come il ritorno immediato dei cassonetti per l’umido – che rappresenta l’80% dei problemi della differenziata – e la creazione di isole ecologiche in ciascun quartiere.

NON CREDIAMO PIU’ NELLE FAVOLE. NON CI SONO SOLDI DA BUTTARE. UN Po’ DI SANO REALISMO NON GUASTEREBBE.

C’era una volta un canile a Casalecchio……

Aprile 15, 2013 in Senza categoria

C’era una volta, così cominciano molte favole a lieto fine. Questa volta non si tratta ne di una favola ne di un lieto fine.

Il tema che si vuole trattare riguarda la chiusura del canile municipale di Casalecchio di Reno avvenuta nel dicembre del 2011.

Il canile era gestito da una associazione “Il Rifugio” che, con l’ausilio dei suoi  associati (30/40 volontari privati),  garantiva ospitalità ad una ventina di cani fissi più ospiti randagi che di tanto in tanto venivano accompagnati nei locali adibiti a ricovero.

Oltre ad un rifugio per tali animali l’associazione prestava,  grazie ad un team di veterinari volontari, le cure necessarie, le vaccinazioni e l’installazione dei micro cip per l’identificazione.

L’associazione, oltre che ad una piccola sovvenzione (€ 10.000,00 annui) da parte del Comnune di Casalecchio di Reno, si procurava le necessità monetarie con l’organizzazione di eventi tra i quali ricordiamo una sfilata canina con 80 cani partecipanti e una presenza di circa 300 persone. Il tutto senza nessun patrocinio del Comune.

Ad inizio del 2011 l’Associazione Il Rifugio venne invitata  a liberare gli spazi occupati dal canile in quanto venne detto che, a seguito di regolare bando comunale, sarebbe sorto un nuovo canile con annesso laboratorio veterinario, clinica con strutture adeguate ai servizi relativi e una pensione ove i proprietari potevano lasciare i propri animali sicuri che avrebbero ricevuto tutto il necessario.

Questo nuovo canile sarebbe sorto su territorio comunale (ex Sapaba) e affidato in gestione, a fronte di un costo di 150.000/200.000 euro, a privati che avrebbero provveduto  alla creazione e alla gestione delle strutture adibite ad accogliere i cani e ad erogare i servizi connessi.

L’associazione Il Rifugio, non potendo reperire capitali tali da effettuare l’investimento richiesto dovette ritirarsi dalla trattativa e, su invito del Comune, lasciare libero il vecchio canile prima del Natale del 2011.

Ad oggi non è stato ancora proposto il bando e nulla è stato ancora fatto con la inevitabile conseguenza che gli animali sono stati “sparpagliati” tra i canili di altri comuni con indubbie sofferenze non solo per i cani, ma anche per le persone residenti  nel territorio di Casalecchio di Reno che portavano periodicamente  viveri, fondi, o anche solo una carezza ai cani.

Il Consigliere Comunale della Lista Civica Bruno Cevenini in occasione di una interrogazione nelle sale del Consiglio Comunale, ha chiesto informazioni sul bando senza però avere soddisfacenti risposte attribuendo responsabilità al periodo di crisi economico/finanziaria ……. del Comune o di un probabile assegnatario?

Inoltre, i cani rinvenuti nel territorio comunale di Casalecchio di Reno dove vengono portati ora? Ricevono assistenza e cure adeguate?

C’era una volta un canile a Casalecchio di Reno ……… ora non c’è più!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi