Quale Bilancio per Casalecchio

Maggio 9, 2021 in News, Punti del programma, Risorse e Programmazione

“Quale Bilancio per Casalecchio”         Indubbiamente l’anno 2020 è stato un anno orribile e forse il 2021 sarà ancora peggiore e ad oggi però l’amministrazione comunale non fa nulla per liberare delle risorse da poter reinvestire, per aiutare chi ha sofferto di più e chi ancora soffre per questa tremenda crisi economica e sanitaria. SI mentre la crisi sanitaria investe tutta la popolazione e sulla quale gestione si sarebbe potuto fare molto meglio, per esempio non si può mandare un Casalecchiese ultra settantacinquenne senza patente e senza figli a vaccinarsi a Budrio. La crisi economica investe una parte minoritaria della popolazione, i cosiddetti non garantiti, coloro che non hanno un reddito sicuro. Per questi solo qualcosa da parte dello Stato, buoni spesa, cassa integrazione,che ricordo arriva al 50% circa di uno stipendio e qualche risibile ristoro per le attività, dal Comune NULLA. Anzi ,si trattiene da quasi un anno € 20.000 donati da generosi cittadini per l’iniziativa “Su le Serrande” in favore del Commercio tradizionale e non si capisce il perché. Come Lista Civica abbiamo provato a smuovere l’amministrazione sul tema della riduzione della spesa pubblica ma naturalmente il nostro emendamento è stato bocciato come già bocciarono quelli presentati nel 2017 e nel 2019 per riqualificare lo storico Ponte sul Reno a cui si preferì dipingere il teatro o dividere gli spazi della biblioteca. Mah!!! Stavolta pensavamo di ridurre la spesa per la gestione del Teatro e dello Spazio Eco di €100.000, il Teatro è chiuso da tempo purtroppo ed i gestori del ex Tiro come preferiscono chiamare i Casalecchiesi lo spazio Eco sicuramente non adempiono ai compiti loro  assegnati. Poi avremmo voluto togliere €150.000 cioè il 10% dal contratto della pubblica illuminazione che tutti i cittadini vedono come funziona bene??? Ed altri €200.000 dal contratto della raccolta differenziata cioè il 4% cioè nulla a confronto delle inadempienze del gestore Hera più volte segnalate. Purtroppo l’amministrazione comunale non vuole sentire di riduzione della spesa e di eventuale riduzione delle tasse a carico del cittadino. Questa è la visione politico-economica di chi ci amministra, vorremmo sbagliarci, ma prevediamo tempi bui se non si pensa in un futuro prossimo di fare economia sulle spese, ed attuare una seria politica di controllo sui contratti e sulla manutenzione. I conti presto non torneranno più, la riscossione dei tributi sarà più difficoltosa ed il bilancio dell’ente non sarà più in attivo. Noi il nostro contributo di idee lo abbiamo dato e lo daremo sempre peccato che questo Sindaco e questa Giunta non ascoltino mai !!! Andrea Tonelli Lista Civica