RETE CIVICA PER LA CITTA’ METROPOLITANA

Settembre 10, 2014 in Senza categoria

n.
Cognome
Nome
Luogo e data di nascita
1
Mazza
Michela
Roma, 09/04/1973
2
Baldi
Mirco
Bologna (BO), 06/07/1971
3
Bertuzzi
Massimo
S. Lazzaro di Savena (BO), 19/11/1960
4
De Martino
Mariagrazia
Milano (MI), 02/06/1971
5
Garagnani
Claudio
Bologna (BO), 19/02/1951
6
Monaco
Carlo
S.Giovanni Lipioni (CH), 25/08/1942
7
Salsi
Federica
Bologna (BO), 25/09/1972
8
Tonelli Zagnoni
Andrea
Bologna (BO), 02/11/1961
9
Zappa
Otella
Como (CO), 07/06/1957

http://www.provincia.bologna.it/cittametropolitana/Immagini/rete_civica.jpg

Dire 15:50 (ER) BOLOGNA. METROPOLI, CIVICI SI PRESENTANO: LARGO AGLI ONESTI

ALDROVANDI: LA NOSTRA RETE È SOLO INIZIO DI MOVIMENTO PERMANENTE (DIRE)
Bologna, 10 set. – Non ci sono solo i movimenti civici tra i promotori della lista Rete civica che vuole entrare nel prossimo ‘parlamentino’ della citta’ metropolitana di Bologna.
Infatti, per consentire al movimento fondato dall’ex grillina Federica Salsi e dal consigliere comunale civico di Palazzo D’Accursio Stefano Aldrovandi di presentarsi alle elezioni del 28 settembre “hanno firmato anche esponenti dei Verdi, di Rifondazione comunista e di Nuovo centrodestra (Ncd), partiti rimasti esclusi dalla consultazione”, come racconta lo stesso Aldrovandi nella conferenza stampa di presentazione della lista che si e’ tenuta stamattina in Comune a Bologna.
-Secondo Aldrovandi, che non e’ tra i candidati per il Consiglio metropolitano, “le liste civiche rappresentano, nell’area di Bologna, il 10% dell’elettorato. Se fossero rimaste fuori da queste elezioni, molti cittadini non sarebbero stati rappresentati”. Aggiunge che il movimento unitario delle liste civiche di Bologna e provincia “non si esaurira’ con le elezioni per il Consiglio metropolitano. La nostra intenzione e’ quella di costruire un movimento permanente”. Intanto, Aldrovandi si scaglia contro “il sistema elettorale” che regola il voto del 28 settembre, “falsato dal premio di maggioranza”. Poi la capolista Michela Mazza, consigliera comunale di Dozza, interviene per dire che “i cittadini vogliono essere rappresentati da persone oneste e competenti, estranee alle politiche di partito. Ecco perche’ le liste civiche sono in continua crescita”. (SEGUE)   (Ama/ Dire) 15:50 10-09-14 NNNN

(DIRE) Bologna, 10 set. – Mazza si sofferma poi su alcuni punti del programma di Rete civica, che vuole “partecipare alla stesura dello Statuto della Citta’ metropolitana inserendovi l’elezione diretta di sindaco e consiglieri” e chiede inoltre “un piano industriale metropolitano che migliori i servizi per i cittadini, la creazione di lavoro tramite aiuti alle imprese, primo tra tutti la semplificazione della burocrazia, e una
programmazione e pianificazione del lavoro da svolgere che sia fatta con una visione politica e non solo tecnica”.
(Ama/ Dire) 15:50 10-09-14 NNNN

Comments are closed.