C’HERA UNA VOLTA A CASALECCHIO …

Settembre 19, 2014 in Senza categoria

PER MANCATI INTROITI DI ONERI DI URBANIZZAZIONE ISCRITTI A BILANCIO, IL COMUNE VUOLE VENDERE PARTE DELLE SUE AZIONI DI HERA… RIPORTIAMO L’INTERVENTO  DELLA LISTA CIVICA IN CONSIGLIO COMUNALE DI GIOVEDÌ 11 SETTEMBRE 2014  

Andrea Tonelli: …Dire che questa è cattiva amministrazione è dire poco. Questo è un furto ai danni dei cittadini di Casalecchio, perché vendere un bene come le azioni di Hera per pagare dei debiti è una cosa colossale. Si vende un bene per fare degli investimenti e non per pagare dei fornitori quando non abbiamo soldi per pagarli. Per cui questo è stato chiaramente un bilancio fatto male, ereditato dal sindaco-manager Gamberini -amministratore delegato del comune-  che in quest’ aula sette anni fa si vantò nei confronti dei consiglieri della lista civica di non volere vendere le azioni di Hera a 3,20 euro l’una perché bisognava tenerle per comandare su Hera. ….allora fummo totalmente derisi da quelli che erano presenti compresi l’assessore Bersanetti, la Micele presidente del consiglio, poi c’era la Erika Seta se si ricordano, fummo derisi dal sindaco-manager che ci disse che noi non capivamo niente di finanza, che sapeva tutto lui… con il risultato che noi ci rimettiamo oltre un milione di euro a vendere adesso, che siamo costretti a vendere e che non prenderemmo su la cifra di 2.381.000 euro iscritta qui perche non si vendono all’interno del patto di stabilità a 2,10 euro l’una ……Però la cosa drammatica è che noi vendiamo queste azioni per pagare dei debiti entro il 31 dicembre e questa è cattiva amministrazione.

…poi non entro nel merito perché la rotonda Marconi-Porretana è una cosa indispensabile …e secondo me va bene però questi erano soldi della Regione. Se la regione ci promette idei soldi e non c’è li da, bisogna fare delle azioni forti … se a noi vengono date 650.000 euro dalla Regione per la rotonda …noi non abbiamo bisogno di vendere tutte queste azioni di Hera….forse ? i conti esatti li sapete voi.

Il comune di Monzuno ha costruito un asilo con la vendita delle azioni di Hera e non per pagare dei debiti verso fornitori, i debiti devono essere pagati con le entrate che ci sono a bilancio e che ci devono essere, non che uno le mette e poi non ci sono….la medicina per tutta questa cosa qui  quale è,  e non venite a dirmi fra sette anni che avevo ragione…. bisogna chiudere  immediatamente Adopera Signori, chiuderla immediatamente anche domattina perché questo buco diventerà una voragine, una voragine…cosi come la cooperativa del parco Talon, inadempiente e costosissima…

Comments are closed.